Login
Psw
Hai dimenticato la password? clicca qui
Non sei ancora registrato? clicca qui




 
65° edizione




FAUSTO PIZZI RICONOSCE I MERITI DEL MILAN: «LORO MOLTO CINICI. RINGRAZIO LO STESSO LA MIA SQUADRA» PDF Stampa E-mail
Sabato 23 Febbraio 2013 20:40
Per il secondo anno consecutivo il Parma è stato eliminato in semifinale alla Viareggio Cup: nel 2012 dalla Juventus, stavolta dal Milan. Il tecnico dei ducali Fausto Pizzi non fa comunque drammi per la sconfitta: «Ho ringraziato la squadra, perché abbiamo dato tutto e dobbiamo accettare il risultato. Abbiamo giocato contro un avversario cinico, forte e con giocatori di qualità. A me serve veder crescere i ragazzi. Io sarei contento se vedessi qualcuno di loro approdare tra i professionisti. Ci sono diversi giocatori che si sono messi in evidenza in questo torneo, come Sarr e Cerri».
 
SIMONE GANZ VUOL VENDICARE IL PADRE: «SPERO DI VINCERE IL TORNEO» PDF Stampa E-mail
Sabato 23 Febbraio 2013 20:29
Simone Andrea Ganz, figlio d'arte, contro il Parma ha segnato la doppietta che ha lanciato il Milan in finale e che gli ha permesso di salire in vetta alla classifica marcatori. Il padre Maurizio con la Sampdoria perse in finale contro l'Inter nel 1986. «Il campo era impraticabile, io e Petagna abbiamo cercato di essere più efficaci possibili. Giocando vicini le nostre qualità emergono. Qualcosa ho preso da mio papà, oggi l'ho dimostrato. Questo è un torneo pregevole, sono felice perché finalmente sono riuscito ad arrivare in fondo e a questo punto spero di vincerlo».
 
CAMPO BASE: IL MILAN VOLA IN FINALE CON SUPER-GANZ PDF Stampa E-mail
Sabato 23 Febbraio 2013 18:42

MILAN-PARMA 2-1

Reti: 28’ pt. Ganz (M); 16' st. Ganz (M), 38' Pacifico aut. (P).

MILAN (4-3-3): Narduzzo; Ferretti, Pacifico, Speranza, Pinato (37' st. Tamas); Pedone (32' st. Lucarini), Cristante, Lora; Aniekan (17' st. Prosenik), Petagna, Ganz (22' st. Henty). (A disposizione: Andrenacci, Petkovic, Bortoli, Iotti, Piccinocchi, Bastone). All. Dolcetti.

PARMA (4-3-3): Cincilla; Pappaianni, Sall, Di Gennaro, Dell’Orco; Zagnoni (22' st. Adofo), Sarr, Moroni (17' st. Abbracciante); Lauricella (17' st. Cerri), Campagna, Storani (24' st. Arteaga). (A disposizione: Anacoura, De Angelis, Petrini, Prete, Mazzocco, Alessandroni). All. Pizzi.

Arbitro: Maresca di Napoli (assistenti Giampetruzzi-Rugini).

Note: presenti in tribuna Ciro Ferrara e l'a.d. del Parma Pietro Leonardi; espulso l'allenatore del Parma Fausto Pizzi all'44' st.; ammoniti Dell'Orco (P), Campagna (P); angoli 3-2; recupero 3' pt. e 5' st.

 

Il Milan ritrova la finale della Viareggio Cup dopo 12 anni. Il sofferto successo per 2-1 sul Parma nasce grazie ad una doppietta di Simone Andrea Ganz, figlio d’arte classe ’93 che sale così a quota 5 reti in vetta alla classifica marcatori.

Su un campo molto allentato da pioggia e vento, i rossoneri di Aldo Dolcetti (orfani dell’infortunato De Feo) si schierano con un 4-3-3 molto solido e compatto. Cristante in cabina di regia si conferma regista lucido nell’impostazione e solido nell’interdizione. A centrocampo la fa da padrone. I due esterni Ferretti a destra e Pinato a sinistra sono molto intraprendenti in fase di spinta. A fianco a Cristante agiscono con grinta e gamba sia Pedone che Lora. In attacco Petagna e Ganz si muovono in continuazione alla ricerca di varchi nonostante la fiera opposizione della difesa parmense. L’arma-tattica è Aniekan che dopo pochi minuti si piazza fra le linee a fare il trequartista, trasformando subito il modulo in un 4-3-1-2. Il Parma invece (senza Vanzo infortunato e con Arteaga non al top) mantiene il suo 4-3-3 con Lauricella e Storani ali rapide e insidiose ai lati del centravanti Campagna.

L’avvio del Milan è più concreto di quello del Parma. Cristante si fa protagonista con due tiri potenti da fuori sui quali si oppone Cincilla al 15’ e al 16’. Al 20’ ancora i rossoneri, in seguito ad un batti e ribatti in area ducale, mettono i brividi a Cincilla. La reazione del Parma arriva al 25’ quando Lauricella crossa da sinistra per Campagna il cui tentativo a botta sicura viene deviato in angolo da un difensore gialloblù. Dal corner Sall sfiora il vantaggio in spaccata. Tre minuti dopo, al 28’, ecco il gol del Milan: Cristante da il via all’azione, Pinato fa da torre per Ganz il cui violento sinistro firma l’1-0. Il Parma tenta di andare a riposo recuperando lo svantaggio ma Campagna, dopo esser sfuggito al controllo di Speranza, conclude alto da buona posizione.

Al rientro in campo il Parma alza il ritmo, salta il centrocampo con lanci lunghi, e va alla conclusione con Sarr e Pappaianni. Il Milan controlla i tentativi avversari e intanto imposta il raddoppio (16’ st.): cross da destra di Aniekan, Di Gennaro devia di testa a centro area, l’agguato di Ganz si conclude con una rovesciata che sorprende Cincilla e regala il 2-0 ai rossoneri. Il tecnico Fausto Pizzi passa alle 4 punte obbligando il Milan ad arroccarsi in difesa con la risposta di Dolcetti che si concretizza con l’inserimento di Lucarini al posto di Pedone. Tanta pressione offensiva porta i crociati ad accorciare le distanze anche se in modo fortunoso: al 38’ dopo un lancio profondo di abbracciante per Campagna, ecco il difensore Pacifico che fa harakiri con un intervento maldestro che batte Narduzzo e riapre il match per un finale tutto brividi. Anche nel recupero il Parma le prova tutte ma alla fine a festeggiare è proprio il Milan.

 
CURIOSITÀ E STATISTICHE SULLE SEMIFINALISTE PDF Stampa E-mail
Sabato 23 Febbraio 2013 13:17

MILAN, PARMA, ANDERLECHT, SIENA: IL POKER D’ORO


Questa è la 34a volta nella storia della competizione che almeno una squadra straniera arriva fino alle semifinali. Nelle precedenti 64 edizioni del Torneo di Viareggio infatti in 33 occasioni era già accaduto mentre nelle altre 31 edizioni alle semifinali erano arrivate quattro squadre italiane.
Nelle ultime 5 edizioni della manifestazione le semifinaliste sono sempre state tutte italiane. L’ultima volta che una squadra straniera era arrivata in semifinale fu nel 2007 e toccò proprio ai belgi dell’Anderlecht che però non riuscirono a raggiungere la finalissima.
L’anno prima invece, nel 2006, gli uruguaiani della Juventud de Las Piedras non solo raggiunsero la finale ma vinsero anche la Coppa, battendo 1-0 la Juventus con un gol di Ribas poi passato all’Inter che ripeté l’exploit anche coi nerazzurri (Ribas è l’unico giocatore nella storia della Viareggio Cup ad aver vinto il Torneo con due squadre diverse).

Il Milan non arrivava in semifinale dal 2001 e in quell’occasione i rossoneri (guidati in panchina da Tassotti e con in campo Antonini, Donadel, Sarr e Sammarco) batterono 1-0 il Torino e poi andarono a vincere la finale 3-1 contro i brasiliani del Vitória.
Il Milan è la 27a volta che arriva in semifinale. Nei 26 precedenti: in 12 occasioni ha perso in semifinale mentre nelle altre 16 occasioni ha raggiunto la finale. Qui 8 volte ha vinto la Coppa Carnevale (insieme a Juventus e Fiorentina è il club più titolato al Viareggio).

Il Parma è alla sua seconda semifinale consecutiva dopo quella dell’anno scorso quando perse 1-0 contro la Juventus (gol-partita del «Golden-Boy» Spinazzola).
Il Parma è la 5a volta che arriva in semifinale. Nei 4 precedenti solo una volta ha raggiunto la finalissima. Nel 1988 perse 1-0 la semifinale col Torino e poi vinse la finalina per il 3° posto proprio contro il Milan ai rigori. Nel 1989 perse nuovamente 1-0 in semifinale col Toro e poi perse col medesimo risultato anche la finalina con l’Inter. Nel 1996 (era il Parma dei futuri campioni del Mondo Buffon e Barone) i crociati vinsero ai rigori con la Lazio la semifinale e andarono per la prima volta nella loro storia in finale. Ma qui persero 3-1 contro il Brescia di Pirlo e Baronio.

L’Anderlecht l’unica altra volta che ha raggiunto la semifinale del Torneo è stata nel 2007. In quell’occasione perse contro la Roma ai rigori e poi nella finalina crollò sotto i colpi dell’Empoli che si impose 5-0.

Il Siena l’unica altra volta che ha raggiunto la semifinale del Torneo è stata nel 2006. In quell’occasione perse 3-0 contro gli uruguagi della Juventud (che poi vinsero la Coppa). Nella finalina il Siena si classificò quarto, perdendo ai rigori contro la Roma.

In ogni caso, qualsiasi finale dovesse attuarsi, sarà una finale inedita.
 
IL PROGRAMMA DELLE SEMIFINALI PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Febbraio 2013 20:53
SEMIFINALI

SABATO  23  FEBBRAIO

 

MILAN-PARMA

Viareggio (LU) / Stadio “T. Bresciani” (ore 16)

 

ANDERLECHT-SIENA

San Giuliano Terme (PI) / Stadio “G. Bui” (ore 18)

 

 
PUNTO 8: PETAGNA, GANZ E CANOTTO VEDONO LA SEMIFINALE PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Febbraio 2013 19:46

Scampato alla lunga serie di eccellenti eliminazioni che in occasione degli ottavi ha colpito Juventus, Napoli, Roma, Lazio, Inter e Fiorentina, il Milan prosegue speranzoso il cammino nella 65a Viareggio, che manca nella bacheca di via Turati da dodici anni. Correva il 2001, infatti, quando i rossoneri alzarono al cielo la Coppa Carnevale, battendo i brasiliani del Vitoria.

Adesso a farne le spese è stato lo Spezia, che al "Torquato Bresciani" non riesce a bissare l'impresa degli ottavi, quando a San Giuliano aveva eliminato ai rigori la favorita Inter, anche grazie alle parate del portiere Marani. Tra i punti di forza rossoneri, che danno una prospettiva di ottimismo, ci sono Ganz e Petagna, i gemelli del gol che hanno dato dimostrazione di forza e maturità. Nel quarto di Viareggio emerge anche il talento del mancino De Feo e del centrocampista Cristante, uno dei candidati al Golden Boy.

In semifinale il Milan affronterà il Parma che ha eliminato la Juve Stabia. Il calcio a volte è anche una nemesi: dopo quello che è accaduto in favore degli stabiesi contro la Juventus, ecco la situazione opposta. Questa volta, l'inferiorità numerica è stata a vantaggio dei parmensi. Comunque, l'addio di Gargiulo e compagni, all'altezza dei quarti, è già un bel viatico per un club esordiente al Torneo.

Anche il Siena, secondo logica, si affida all'efficacia della fase offensiva. Ecco il capocannoniere Canotto, che ha raggiunto Lanini, Bobal e Jara Martinez a quota 5 nella classifica marcatori. Ora, proprio il bomber senese è il maggior indiziato per la conquista dell'importante titolo. Contro il Genoa ha operato aggancio e sorpasso, poi rafforzato dalla terza rete di Rosseti.

L'ultima semifinalista di giornata è l'Anderlecht, che nonostante la scarsa verve offensiva, solo 3 gol in 5 gare, è riuscita a superare ai rigori il Torino, ripetendo l'impresa degli ottavi contro la Lazio. I belgi tornano a vedere una semifinale dopo sei anni. Il Torino lascia a malincuore un Torneo che nella storia lo ha visto spesso protagonista anche col suo tencico Longo.

 
CAMPO BASE: IL MILAN IN SEMIFINALE CON GANZ E DOPPIO PETAGNA PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Febbraio 2013 19:11
Milan - Spezia 3-0
Reti: 12' pt. Petagna (M), 13' Ganz (M), 45' Petagna (M).
MILAN (4-3-3): Narduzzo; Ferretti, Pacifico (16' st. Pinato), Speranza, Tamas; Bastone (28' pt. Bortoli), Cristante (29' st. Aniekan), Piccinotti, De Feo, Petagna (24' st. Henty), Ganz (1' st. Prosenik). (Andrenacci, Petkovic, Lucarini, Spagnoli, Bortoli, Iotti, Pedone). All. Dolcetti.
SPEZIA: Marani; Bellavigna (10' pt. Cretella), Faye, Marchitelli, Ceccaroni; Ciurria (1' st. Cucurnia), Brondi (16' st. Dilberovic), Franco, Izzillo; Tabiolati (28' st. Ortelli), Galiera (1' st. Bonelli). (Tognoni, Dadà, Mameli, Celentano, Bastoni). All. Cei.
Arbitro: Aureliano di Bologna.
Note: espulso Marchitelli (S) al 47' pt. Ammoniti Pacifico (M), Franco (S), Cucurnia (S), Bortoli (S). Angoli 2-1.
Non tradisce le attese il Milan, che al “Torquato Bresciani” regola lo Spezia con un netto 3-0, staccando così il pass per le semifinali. Netto lo strapotere dei rossoneri, che fanno del possesso  palla il loro punto di forza, con Cristante abile a servire i compagni con lanci precisi ed illuminanti. Il resto lo hanno fatto le punte, con Petagna a segno con una doppietta, Ganz che va di nuovo in gol, dopo aver punito l'All Boys agli ottavi e il tecnico De Feo, autore di due assist dopo aver rischiato di lasciare il campo per infortunio.

Il Milan archivia la pratica già nel primo tempo, trovando la rete che sblocca la gara al 12', con De Feo che rientra dalla destra e serve in mezzo, Cretella manca il pallone in scivolata e per Petagna, appostato sul secondo palo, battere Marani di piatto è cosa facile.

Un minuto dopo i rossoneri raddoppiano: approfittando di un pasticcio difensivo dello Spezia, Ganz  sfonda centralmente e con un destro potente supera il portiere ligure. In un altro paio di situazioni il Milan rischia di triplicare, ma il portiere Marani (in prestito dalla Maceratese) si oppone alle conclusioni di Piccinocchi e Cristante. Poco prima dello scadere, ecco il 3-0: lancio di Cristante, Petagna elude la trappola del fuorigioco e deposita in rete. C'è anche spazio per l'espulsione di Marchitelli per fallo su Ganz lanciato a rete.

Il conto delle azioni si esaurisce praticamente qui, perché nella ripresa il tema della partita non cambia, salvo qualche orgoglioso colpo di coda dei ligura, ma senza i crismi dell'efficacia. Il Milan abbassa i ritmi e lo Spezia di pericoli veri non ne crea. I rossoneri se la vedranno col Parma – vittorioso 3-1 contro la Juve Stabia – sabato in semifinale. L'ultima volta che i rossoneri è arrivato così avanti nel Torneo risale al 2001, quando poi vinse la Coppa Carnevale.
 
I RISULTATI DEI QUARTI DI FINALE PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Febbraio 2013 16:45

QUARTI DI FINALE

GIOVEDÌ  21  FEBBRAIO

 

GRUPPO 1

 

MILAN-SPEZIA 3-0

Marcatori: 12' pt. Petagna (M), 13' Ganz (M), 45' Petagna (M).

(arbitro Aureliano di Bologna)

Viareggio (LU) / Stadio “T. Bresciani” (ore 15)

 

PARMA-JUVE STABIA 3-1

Marcatori: 35' pt. Arteaga rig. (P), 46' Sall (P); 15' st. Sorriso (J), 27' Lauricella (P).

(arbitro Mangialardi di Pistoia)

Agliana (PT) / Stadio “Bellucci” (ore 15)

 

GRUPPO 2

 

TORINO-ANDERLECHT 3-4 d.c.r. [0-0 d.t.r.]

(arbitro Dei Giudici di Latina)

San Giuliano Terme (PI) / Stadio “G. Bui” (ore 17)

 

GENOA-SIENA 1-3

Marcatori: 18' pt. Jara Martinez (G); 33' st. Canotto (S), 42' Canotto (S), 49' Rosseti (S).

(arbitro Tardino di Milano)

Sarzana (SP) / Stadio “Luperi” (ore 15)

 
PUNTO 7: AVANTI MILAN E TORINO, FUORI JUVENTUS, ROMA, LAZIO, INTER, FIORENTINA E NAPOLI PDF Stampa E-mail
Martedì 19 Febbraio 2013 21:25

Le favorite cadono a grappoli, spazzate via dal vento dell'agonismo e della tattica. Se ne va abbastanza delusa la Juventus che rimasta subito in dieci (rosso al portiere  Branescu e rigore sbagliato dalla Juve Stabia) cerca di fare la partita almeno nel primo tempo, subisce il gol di Alfonso Gargiulo nella ripresa. Resta addirittura in nove, cacciato Beltrame per proteste dopo essere stato falciato mentre s'involava a rete e solo giallo al difensore stabiese. Match nato male e finito peggio, anche per l'occasionissima capitata a Padovan con la palla respinta sulla linea nel recupero.

Addio anche alla Roma, ma il Torino è stato un avversario meritevole e la qualificazione dal dischetto entra nell'ottica di un pronostico al limite oggettivo. Rigori fatali pure per la Fiorentina che ha trovato nel Parma un avversario che non ha mai lasciato eccessivi spazi ai viola.

Niente da fare nemmeno per la Lazio, a tratti strapazzata dal gioco fluido dell'Anderlecht, anche a Viareggio si è andati ai rigori, ma per gli azzurri, visto il dominio belga, è stato il risultato massimo ottenibile. Poi ci ha pensato il portiere belga Davy Roef a fare la differenza.

Botta e risposta nella ripresa tra Napoli e Genoa. Due gol grandi firme ad opera del campano Fornito e del rossoblù Jara Martinez, match poi in equilibrio fino alla fine. Ai rigori vanno avanti ad oltranza dove il Genoa sbaglia meno e passa ai quarti: 8-9.

Dischetto maledetto per l'Inter che sbaglia troppo durante i 90' e poi fa un incredibile flop con tre errori consecutivi su rigore e il portiere spezzino Riccardo Marani sugli scudi. Spezia per la prima volta ai quarti della Viareggio Cup.

Non hanno avuto bisogno dei brividi finali Milan e Siena che hanno battuto rispettivamante gli argenti dell'All Boys e la Virtus Entella, l'unica squadra di Lega Pro rimasta in corsa negli ottavi.

Ora sono in programma Milan-Spezia e Parma-Juve Stabia nel gruppo 1. Nel gruppo 2 ecco Torino-Anderlecht e Genoa-Siena. Visti gli ottavi ogni pronostico è a rischio. La Viareggio Cup offre anche queste sorprese, un torneo mai scontato, dove a volte capita di sognare anche a Cenerentola.

 
QUARTI DI FINALE, ECCO GLI ACCOPPIAMENTI PDF Stampa E-mail
Martedì 19 Febbraio 2013 21:05
QUARTI DI FINALE

GIOVEDÌ  21  FEBBRAIO

 

GRUPPO 1

 

MILAN-SPEZIA

Viareggio (LU) / Stadio “T. Bresciani” (ore 15)

 

PARMA-JUVE STABIA

Agliana (PT) / Stadio “Bellucci” (ore 15)

 

GRUPPO 2

 

TORINO-ANDERLECHT

San Giuliano Terme (PI) / Stadio “G. Bui” (ore 17)

 

GENOA-SIENA

Sarzana (SP) / Stadio “Luperi” (ore 15)

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 7


 


Vuoi essere sempre aggiornato
sul Torneo di Viareggio e le sue iniziative?


Vuoi ricevere SMS per essere
sempre aggiornato sul Torneo
di Viareggio e le sue iniziative?
 








Commissione Torneo S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. Via V. Veneto, 210 - 55049 Viareggio (Italia)
Tel. +39 0584 46109 r.a. - Fax +39 0584 962031 info@torneoviareggio.it S. C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. P. IVA 00928440460
Credits www.dpsonline.it